Sky Blue – Urea Soluzione 32%

ad blue - sky blue

Sky Blue è un prodotto di Alca Chimica S.r.l. per l’abbattimento dei fumi. Si tratta di una soluzione al 32,5% di Urea tecnica di alta qualità in acqua demineralizzata utilizzata nel settore automobilistico come riducente catalitico.

Formati Disponibili

  • Bidone da 25 Lt

  • Cisterna da 1000 Lt

Sky Blue – Urea Soluzione 32,5%

Cosa è Sky Blue

Lo Sky Blue è un prodotto a marchio registrato preparato direttamente da Alca Chimica S.r.l.

Viene impiegato ampiamente nel settore automobilistico per l’abbattimento dei fumi. È, più precisamente, un agente riducente per il controllo degli NOx nei fumi di scarico dei motori diesel equipaggiati con il sistema catalitico SCR.

SkyBlue è una soluzione al 32,5% di Urea tecnica di alta qualità in acqua demineralizzata.

Normativa tecnica

Il prodotto Sky Blue rispetta le seguenti normative tecniche:

  • ISO 22241-1 Requisiti di qualità: individua le peculiarità qualitative necessarie affinché il sistema catalitico SCR possa operare correttamente.
  • ISO 22241-2 Metodo di analisi: individua il metodo di analisi per la determinazione dei parametri specificati nella norma ISO22241-1.
  • ISO 22241-3 Manipolazione, trasporto e stoccaggio: descrizione su come impiegare correttamente il prodotto.
  • ISO 22241-4 Interfaccia di riempimento: individua le caratteristiche degli elementi da utilizzarsi per il riempimento.

La norma ISO 22241 integra e sostituisce la norma DIN V 70070

Informazioni su Sky Blue

Stoccaggio: Il prodotto dovrebbe essere conservato in contenitori chiusi, protetti dalla luce solare diretta e dalla polvere. Si conserva per almeno 12 mesi se la temperatura di stoccaggio
non supera i 30°C. Ed in ogni caso è consigliato conservarlo a temperature comprese tra -5°C ed i +25°C

Compatibilità contenitori: È consigliato utilizzare contenitori polimerici quali polietilene e polipropilene (normali bidoni, fusti, cisterne) se la temperatura è inferiore ai 60°C. Evitare di utilizzare contenitori in materiali zincati o rameici poiché l’ammoniaca sviluppata durante il processo di decomposizione dell’urea non è compatibile con suddetti materiali, contaminando e danneggiando quindi il prodotto finale.